Cerca nel sito:

NOTIZIE


4, 5, 6 ottobre tornano le mele di AISM

Facciamo sparire la Sclerosi Multipla


(Redazione) - Forse AISM utilizzando il verbo "sparire" si è dimostrata un po' troppo pretenziosa, ma sicuramente la volotà rimane quella di riuscire a limitare molto gli effetti della sclerosi multipla.

La cura definitiva, quella che farà scomparire completamente la sclerosi multipla, non c’è, arriverà solo quando saranno chiari tutti i fattori che la scatenano. Ma oggi la sclerosi multipla in Italia è già un’emergenza sanitaria e sociale: grazie alle mele dell'AISM sarà possibile sostenere la ricerca per elaborare interventi sempre più mirati e terapie sempre più performanti.

I numeri. In Italia, ogni anno 3.400 persone vengono colpite dalla sclerosi multipla. Un nuovo caso ogni 3 ore. Delle 122.000 persone colpite, il 10% sono bambini. E’ la seconda causa di disabilità nei giovani dopo gli incidenti stradali, colpisce per lo più persone trai 20 e i 40 anni, soprattutto donne, e in tutto il mondo si contano circa 3 milioni di casi. L’Italia è il paese a rischio medio-alto di sclerosi multipla, con pesanti costi per il SSN: è di oltre 5 miliardi di euro l’anno il costo sociale della malattia.

Dove vanno i fondi raccolti con la Mela di AISM. La ricerca negli ultimi anni ha fatto molti progressi. Esistono terapie in grado di rallentare la progressione della malattia e di migliorare la qualità di vita delle persone. Ma la causa e la cura risolutiva non sono state ancora trovate. Per questo è fondamentale sostenere la ricerca scientifica: per garantire oggi una migliore qualità di vita, per trovare nuovi trattamenti sempre più efficaci domani, per trovare la causa della SM e la cura risolutiva in un futuro sempre più vicino.

AISM con la sua Fondazione ha da sempre sostenuto la ricerca sulla SM a 360 gradi, facendo il massimo per accellerare i risultati in grado di cambiare in meglio la vita di tante persone. E’ anche grazie a questa manifestazione che AISM con la sua Fondazione ha investito 20 milioni di euro negli ultimi tre anni, negli ambiti più promettenti della ricerca tra i quali la SM Progressiva, la SM Pediatrica, la Neuroriabilitazione e la ricerca su cellule staminali. Dal punto di vista dell’assistenza AISM organizza progetti per i giovani con SM quali sportelli informativi e di orientamento, incontri di auto-aiuto in grado di rispondere a quesiti e problemi che si presentano nella loro quotidianità sanitaria, sociale e lavorativa, convegni sul territorio che garantiscono un costante dialogo con ricercatori. E non è tutto, per i giovani con SM, AISM mette a disposizione un blog (www.giovanioltrelasm.it) dove tutti possono “raccontarsi’, riconoscersi e “sentirsi a casa”. Dove è possibile confrontarsi con una conoscenza della malattia sempre più reale e capire quanto sia forte l’impatto della malattia nella storia di tanti giovani.

Il testimonial Chef Alessandro Borghese. Per il quinto anno consecutivo Chef Alessandro Borghese è testimonial di “La Mela di AISM”.

”Vicino alle persone con SM metto tutto me stesso… metto tutto me stesso in tutto ciò in cui credo. Scegliere di essere testimonial di AISM è un modo per condividere valori forti e importanti, aiutando a dare loro concretezza. La sclerosi multipla è una tra quelle storie che voglio contribuire a cancellare nella storia di tanti giovani e di tanti bambini. Non si può far finta di niente quando c’è ancora tanto da fare. E’ un privilegio, per me. Come uomo, come padre. E anche come chef che ogni giorno si impegna a dare il meglio di sé, dichiara Chef Alessandro Borghese. Dare risposte concrete alle persone e ai giovani con SM è un bell’impegno, per cui è necessaria un’organizzazione seria come AISM, capace di offrire garanzie di trasparenza e affidabilità”

 

Anche Castellanza Ospiterà due banchetti delle mele di aism in piazza San Bernardo (5 e 6 ottobre) e in via Diaz (5 e 6 ottobre c/o supermercato Il Gigante).

© riproduzione riservata
 
Pubblicato il 02/10/19 - 78 visualizzazioni
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di piu` o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.