Cerca nel sito:

RUBRICHE - LIBRI


Presentazione libro

Lagne, lacrime e conchiglie


Ora che l’editore è arrivato al dunque e la pubblicazione è avvenuta, scopro di aver forse osato troppo. Ma il libro c’è e so che alcune persone aspettano. Aspettano di leggere le mie povere parole, confrontare pensieri e ricordi. Ho dato voce a riflessioni, scambi, confidenze, relative ai temi della vita, a percorsi, incontri e scontri quotidiani.    E allora mi permetto di estendere questo invito a tutti coloro che desiderano vivere una piccola pausa per accorgersi che non si è mai soli nelle lacrime, nelle lamentele, nelle nostalgie del cuore. Le nostre paturnie, le nostre insofferenze, ma anche i nostri palpiti e le nostre gioie sono comuni a tutto il genere umano.

Nel mio scrivere, entra il mondo degli affetti più cari, con le dinamiche del cuore, le relazioni familiari, nel trascorso di oltre trent’anni. Si intrecciano le introspezioni personali con i vissuti amicali, le incomprensioni con lo sgomento, le non risposte con lo stupore genuino, le fredde chiusure  e le empatie più sorprendenti.

Scrivo la mia attesa di Tempo per raccontare e racconto le persone presenti a pieno titolo nella mia vita e anche quelle, più a lato del mio orizzonte, ma che in alcuni momenti sono emerse dallo sfondo, riempiendo di senso la mia mente, regalandomi pezzetti di sé e arricchendo il mio cuore. Dunque c’è un mondo di piccolissime storie concrete e dell’anima, ci sono frammenti pulsanti di quel corporeo e di quell’etereo, che credo, sia la vita di tutti.

Rosella Guzzetti

© riproduzione riservata
 
Pubblicato il 10/10/18 - 230 visualizzazioni
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di piu` o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.