Cerca nel sito:

RUBRICHE - DAL MONDO DELLA SCUOLA


Riceviamo e pubbichiamo

Benvenuta LIM!


Riceviamo e pubblichiamo la notizia inviata dall'istituto Maria Ausiliatrice di Castellanza sull'aggiornamento delle dotazioni scolastiche dell'istituto.

BENVENUTA LIM!

Lunedì 16 settembre: la scuola, dopo i primi due giorni di rodaggio, parte a pieno ritmo.

Quest’anno all’Istituto Maria Ausiliatrice di Castellanza c’è una novità: ogni aula della Primaria e della Secondaria di 1° grado è stata dotata di LIM, la Lavagna Interattiva Multimediale. Uno sforzo economico non indifferente che a poco servirebbe se gli insegnanti non fossero stati preparati al suo utilizzo didattico con un corso che li ha visti impegnati in aula e on line.

Ma un corso non basta: è nella prassi quotidiana che i docenti si abiliteranno a svolgere una lezione sempre meno frontale e sempre più interattiva con l’obiettivo del successo scolastico di tutti.

Cos’è la LIM e perché dotarne ogni classe? La LIM è anzitutto una lavagna, lo spazio centrale di comunicazione del docente, il palcoscenico dove docente e studente costruiscono i significati del processo di apprendimento.

È lavagna, ma interattiva, è cioè un sistema che permette di interagire direttamente, attraverso la  manipolazione, rendendo lo studente attore nel processo di apprendimento

È strumento multimediale che si costruisce sulla convergenza digitale di linguaggi diversi, produce il superamento della centralità della parola scritta e consente l’attivazione del disegno, della percezione acustica e visiva.

Ha il vantaggio di essere uno strumento familiare alla scuola e che riassume in sé sia le tradizionali potenzialità della lavagna di ardesia sia gli scenari comunicativi ed espressivi delle ICT. Sulla LIM si può infatti scrivere, cancellare, disegnare, copiare e fare esercizi, ma sono anche possibili tutte le funzionalità dei software da computer, inclusa la navigazione su internet o la videocomunicazione, l’e-learning, il web-based training (WBT o la computer mediated communication (CMC).

Scrive Biondi del MIUR: “Le lavagne digitali hanno insomma il merito di essere strumenti poco sfacciati, che entrano nell’ambiente quasi in sordina, senza trasformarlo radicalmente, ma andando a sostenere la tradizionale comunicazione tra docenti e studenti”. In questo senso diventa il ponte tra due mondi, l’aula fisica e quella digitale, permettendo agli insegnanti una lenta trasformazione che non determina necessariamente un improvviso cambiamento di ruolo. E una tale possibilità non è davvero cosa da poco.

Allora: “Benvenuta LIM” e buon anno di lavoro a docenti e alunni.

© riproduzione riservata
 
Pubblicato il 17/09/13 - 1039 visualizzazioni
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di piu` o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.