Cerca nel sito:

NOTIZIE - DALLA CITTÀ


Chiara, fresca, dolce acqua di Castellanza

Inaugurata questa mattina (martedì 3 aprile) in via Garibaldi ang. via Brambilla il primo Acqua Point della città

Castellanza (gam) - Questa Mattina (martedì 3) in via Brambilla angolo via Garibaldi è stata inaugurata la prima casetta pubblica dell’acqua nel Comune di Castellanza. All’inaugurazione, simbolicamente suggellata con un brindisi a base di acqua erogata dal distributore, erano presenti il sindaco Fabrizio Farisoglio, il Presidente di AGESP  Claudio Tovaglieri e il Direttore Generale di AGESP Gianfranco Carraro.

L’impianto, la cui installazione non è costata nulla grazie alla collaborazione tra Agesp con la società IMSA (che gestisce l’impianto), erogherà acqua microfiltrata e refrigerata (se lo si desidera anche addizionata di anidride carbonica) proveniente direttamente dall’acquedotto. In base alle disposizioni di legge infatti l’acqua potabile che esce dal rubinetto è costantemente monitorata dal punto di vista chimico, organolettico e batteriologico e sicura a tutti gli effetti per il consumo.

“L’installazione dell’Acqua Point – ha dichiarato il sindaco – è un tassello di una strategia complessiva di tutela dell’ambiente attraverso piccoli gesti quotidiani. Il consumo di acqua del rubinetto o, come in questo caso, erogata da un distributore, consente di produrre meno rifiuti perché non si comprano bottiglie di plastica che vanno prodotte, distribuiti e e poi smaltite. Se poi si viene a prendere l’acqua al distributore con delle bottiglie di vetro, che è una materiale interamente riciclabile, l’impatto ecologico è ancora inferiore”.

“L’intenzione dell’Amministrazione – ha continuato il primo cittadino – è di rendere quest’area una specie di oasi ecologica, un kilometro zero del consumo: qui sorgerà infatti anche un distributore del latte crudo, analogo a quelli già presenti alla corte del Ciliegio e in via don Minzoni, e stiamo pensando anche ad altre iniziative nell’ottica di un consumo rispettoso dell’ambiente”.

Quanto alla collocazione del distributore, la scelta dell’area non è stata casuale ma concordata con Agesp in considerazione del percorso delle tubature dell’acquedotto. Tuttavia “un Acqua Point troverà spazio anche in altre zone della città, per consentire a tutti i cittadini la massima accessibilità a questa risorsa”.

Il distributore funziona con tessere ricaricabili in vendita a 2 euro al bar sotto il porticato di via Roma (di fronte all’Acqua Point); il costo, poco più che simbolico e finalizzato alla manutenzione dell’impianto di distribuzione, è di 5 centesimi al litro.

© riproduzione riservata
 
Pubblicato il 03/04/12 - 2592 visualizzazioni
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di piu` o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.