Cerca nel sito:

NOTIZIE - DALLA CITTÀ


Buon anniversario

Una giornata per i Carabinieri


CASTELLANZA -  Dici Carabinieri e ti vengono subito due idee:  il ricordo robusto di una storia di 203 anni fatta di dedizione encomiabile al paese e il ringraziamento per chi l’ha scritta. Tra la gioia per avere contribuito in modo fondamentale a far crescere il paese nella sicurezza e nella civiltà e il dolore per il fatto che questo, talora, è costato alcune vite umane. Anche Castellanza ha voluto festeggiare l’arma nei secoli fedele alla presenza di autorità civili e militari e di un folto pubblico. Lo ha fatto sabato a villa Pomini con due mostre. Una era posta all’esterno dove si potevano ammirare all’ingresso scintillanti auto che sono diventate anche simboli di un’epoca; dalla Giulia Alfa Romeo alla Balilla. L’altra, invece, è stata allestita all’interno e annoverava una vasta raccolta di cimeli, uniformi e immagini storiche. Tutto al servizio del concetto di richiamare alla mente la preziosità del lavoro dell’arma nel quotidiano. L’intensa giornata di festa ha vissuto anche di emozionanti momenti musicali: nel pomeriggio, ad accompagnare l’apertura della mostra, le note del giovane allievo dell’Accademia di musica di Castellanza Raffaele Morandi e quelle della fanfara dell’arma che hanno chiuso il panorama dei festeggiamenti. La commozione si è presa decisamente la scena quando Sonia Caputo, mamma del piccolo Alessio scomparso a soli nove anni per una leucemia, ha ricevuto un contributo dalla sezione di Castellanza dell’Arma dei Carabinieri. La somma è dedicata a sostenere l’associazione chiamata proprio in memoria dello sfortunato piccolo “1,2,3 Alessio” che sostiene la lotta contro le leucemie e le altre forme di tumore e proprio in questo weekend ha celebrato le “Alempiadi”. La gratitudine di Castellana per l’operato dei Carabinieri è stata riassunta dalle parole del sindaco Mirella Cerini: “Questa occasione – ha detto – suggella un sentimento di vicinanza e affetto verso l’arma dei Carabinieri che è molto radicato nella collettività; i Carabinieri sono da 203 anni baluardo della sicurezza pubblica e testimoni molto attenti delle vicende politiche e amministrative del paese; trasmettono da sempre valori positivi per il paese contro ogni tentativo di divisionismo contribuendo a uno Stato forte e autorevole”. Un pensiero è corso anche verso il cielo quando, durante la celebrazione della santa Messa, il ricordo è andato anche agli esponenti dell’arma purtroppo caduti nell’esercizio del loro dovere. Una giornata che vale un’infinità di grazie.

© riproduzione riservata
 
Pubblicato il 12/06/17 - 507 visualizzazioni
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di piu` o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.