Cerca nel sito:

NOTIZIE - DALLA CITTÀ


43a Wamba Hospital

Nuova edizione per una delle più longeve manifestazioni podistiche della Lombardia. Tre percorsi da 7, 13 e 18 km tra Castellanza e il bosco del Rugaredo

Castellanza - Arriva con settembre una delle manifestazioni posdistiche più amate dai castellanzesi e rta le più longeve della Lombardia: la Wamba Hospital, che domenica 9 settembre conterà 43 primavere, tutte accese ogni anno per raccogliere fondi a favore dell'ospedale di Wamba, in Kenya, la cui fondazione si deve al dr. Silvio Prandoni.

La Wamba fu inventata nel 1974 (quando di gare podistiche ce n'erano ben poche in giro) dal Gruppo Sportivo Tapascioni di Castellanza, la manifestazione è diventata nel corso degli anni una vera e propria istituzione, un appuntamento immancabile per tutti gli atleti che si dedicano alla corsa e per chi vuole coniugare il divertimento, lo sport e la sana competizione alla beneficenza.

Organizzata in collaborazione con il CAI Castellanza, le associazioni onlus il Granello di Cislago, l'Aido Castellanza, la Corte del Ciliegio e con il patrocinio della Città di Castellanza, la Wamba è una manifestazione ludico motoria non competitiva aperta a tutti e si svilupperà su tre percorsi (7, 13 e 18 km) in parte cittadini e in parte boschivi sui sentieri del bosco del Rugaredo. E' previsto un ristoro finale per tutti e tre i percorsi e ristori intermedi (uno per la 13 km e 2 per la 18). La partenza è dalle 8.30 alle 9.30 dalla Corte del Ciliegio di via Lombardia 57 e la quota di partecipazione è di 3 euro (2,50 per i tesserati FIASP). Ci si iscrive direttamente il giorno della gara a partire dalle 8.15.

La manifestazione è omologata per il concorso Internazionale IVV, il Concorso Fiasp Piede Alato, il Concorso Provinciale La Mia Provincia; per informazioni 0331 504.627.

© riproduzione riservata
 
Pubblicato il 03/09/18 - 118 visualizzazioni
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di piu` o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.