Cerca nel sito:

NOTIZIE - DALLA CITTÀ


"Ri come...": riciclare, riutilizzare, ridurre. Ecco come

Si è svolta ieri pomeriggio (domenica 20 maggio) a Palazzo Brambilla l'inaugurazione di "Ri come...", mostra sul riciclo, riuso e riduzione dei consumi

Castellanza (gam) - Tra le tante iniziative che affollavano il programma di "Castellanza Secondo Natura", particolare rilievo ha avuto nel pomeriggio di ieri, alla presenza di del sindaco di Castellanza Fabrizio Farisoglio e dell'assessore alla Tutela Ambientale, Ecologia ed Energia della Provincia di Varese Luca Marsico, l'inaugurazione di "Ri come...", la mostra itinerante che focalizza l'attenzione sulle tematiche del riciclo, del consumo critico e della riduzione dei rifiuti.

Il progetto a guida dalla Provincia di Varese e realizzato grazie alla partecipazione di partners privati e del terzo settore, si inserisce nel più ampio contesto delle attività promosse dal PIT (Piano integrato Transfrontaliero) si articola in tre direttrici: ReMida (Centro del riuso creativo), Pulizia sconfinata (monitoraggio e controllo dell'abbandono dei rifiuti) e Rifiutiutili Insubrici (educazione alla sostenbilità ambientale), nel cui alveo si sviluppa appunto "Ri come...".

Aumento della sensibilità ambientale e raccolta differenziata finalizzata al riciclaggio: sono queste le due azioni principali, ha sottolineato Marsico, che stanno guidando l'azione di tutela e prevenzione ambientale della Provincia di Varese. e i risultati sembrano dare ragione a queste scelte: ad oggi la percentuale di raccolta differenziata nel varesotto è intorno al 59%, quindi il traguardo del 65%  entro il 31 dicembre 2012 raccomandato dall'Unione Europea sembra raggiungibile. In questo contesto il progetto di mostra itienrante assume la peculiarità di mostrare dei percorsi possibili verso il consumo critico e la sostenibilità ambientale di ogni scelta quotidiana, a partire dalla spesa di ogni giorno.

"Il riciclo ha un significato quasi filosofico - ha proseguito l'assessore provinciale - in quanto è un atto creativo che è il risultato di un atteggiamento globale. Il questo senso il riciclo diventa un elemento fondamentale di una vera e propria evoluzione pedagogica: riciclare per produrre beni effettivamente utilizzabili, ma il cui impatto ambientale è nullo o vicino allo zero". Per usare un'espressione oggi molto in voga, da rifiuto a risorsa.

Federico Motta, uno dei progettisti della mostra, ha poi accompagnato i visitatori alla scoperta della mostra "che è stata pensata per spiegarsi da sola". "La percezione comune vede ancora il prodotto riciclato come un oggetto povero - ha sottolineato Motta - ma gli oggetti esposti dimostrano che non è così: abbiamo giocattoli, biciclette, oggetti di design tutti frutto di una corretta raccolta differenziata post consumo e del ricorso a rfiuti pre consumo (scarti di lavorazione d altri prodotti). Il riciclo e il consumo critico rapresentano non solo ua scelta di riduzione dell'impronta ambientale, ma anche una risorsa per l'economia nel reperimento di materie prime".

L'allestimento ha visto anche la partecipazione dei ragazzi della IIA delle scuole L. da Vinci che, dopo un lavoro di ricerca in classe coordinato da Manuela Da Ronch, hanno predisposto dei pannelli dedicati ai "Magnifici sette che ci salveranno", gli eroi che rispondono al nome di  rispetto, regole, risorsarifiuti, riduzione, riutilizzo, riciclo, recupero.

La mostra è a Palazzo Brambilla nell'atrio al pian terreno e prosegue a piano superiore nella sala del "Giuramento di Pontida" e nella sala Giunta. E' visitabile fino al 24 giugno negli orari di apertura al pubblico del municipio (mattino: dal lunedì al sabato dalle 9 alle 12.30; pomeriggio: lunedì e giovedì dalle 15 alle 17, mercoledì dalle 15 alle 18) e la domenica mattina dalle 9.30 alle 12.30.

© riproduzione riservata
 
Pubblicato il 21/05/12 - 1312 visualizzazioni
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di piu` o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.